Una pianta benefica e naturale contro le malattie infiammatorie intestinali

pianta di canapa

Le malattie infiammatorie intestinali colpiscono il tratto digestivo. I loro sintomi includono forti crampi, gonfiore e diarrea. Questi sintomi possono essere dolorosi e interferire con la tua vita quotidiana.

Negli ultimi anni, c'è stato un crescente interesse nel cercare di gestire questi sintomi con il cannabidiolo (CBD), un composto attivo che si trova nella pianta di canapa.

A differenza dell'altro composto attivo della pianta, il tetraidrocannabinolo (THC), il CBD non ha proprietà psicoattive. Ciò significa che non ti fa sballare. Tuttavia ha qualità terapeutiche ed è stato utilizzato per alleviare condizioni che vanno da Dolore cronico e ansia per gli effetti collaterali del cancro.

Questa pianta sotto forma di olio

Il numero di persone che assumono l'olio di CBD come alternativa completa e naturale agli integratori alimentari convenzionali è in aumento e ci sono molte ragioni per questa scelta.Probabilmente hai già letto o sentito parlare dei numerosi benefici di questo olio per una varietà di disturbi e condizioni, nonché le molte storie di persone in tutto il mondo che si sono sentite molto meglio da quando hanno usato questo olio.Negli ultimi anni, le esperienze personali e la ricerca su questo composto attivo nella pianta di canapa hanno attirato l'attenzione dei media.I paesi più citati sono gli Stati Uniti, il Canada e Israele, i cui studi sui composti e sulle proprietà benefiche li hanno resi leader nel settore globale.Questo ha motivato molti investimenti e non solo piccoli.Miliardi di dollari vengono attualmente investiti in questo settore in forte espansione e c'è una ragione molto logica per questo.

Nessun effetto collaterale

Questo olio è un prodotto naturale, non ha effetti collaterali e funziona. Ci sono sempre più prove per questo e nuovi benefici di questa erba vengono scoperti ogni giorno. Il risultato è che la domanda di petrolio è esplosa. Questa rapida crescita ha suscitato l'interesse non solo delle imprese, ma anche dei governi di tutto il mondo. Il 1 ° luglio 2018, la pianta di canapa è stata legalizzata in Canada, diventando così il secondo paese a farlo. Nel 2013 l'Uruguay lo ha anche legalizzato sia per uso medico che personale in modo che ogni cittadino abbia il diritto di coltivarlo, venderlo e usarlo liberamente.

Il Canada è il primo paese del gruppo dei sette (G7) per legalizzare questa pianta. Si prevede che più denaro affluirà in questo mercato e secondo l'agenzia di notizie finanziarie Reuters, gli azionisti stranieri hanno già investito miliardi di dollari in società canadesi nel settore degli impianti. Le vendite negli Stati Uniti hanno generato quasi 9 milioni di dollari nel 2017. Ciò significa che il denaro speso per l'impianto di canapa è più o meno equivalente alle vendite interne di barrette di cioccolato.

La forma dell'olio è il perfetto integratore alimentare per dimostrare che se non ci fosse un reale beneficio dall'uso di questo olio, la domanda globale di questo prodotto non avrebbe mai raggiunto i livelli elevati che sta vivendo oggi.Inoltre, se questo olio non avesse proprietà benefiche - che molti ancora mettono in dubbio - i governi e le imprese non avrebbero mostrato un così grande interesse per una pianta così controversa.Sulla base dei risultati positivi ottenuti da numerosi studi e da esperienze personali documentate, ha senso concludere che questo olio funziona e offre molte altre applicazioni benefiche che dobbiamo ancora scoprire.