Suggerimenti per uscire dalla precarietà

salute dei dipendenti

Sempre più persone stanno incontrando difficoltà finanziarie temporanee o che le hanno poste in una situazione precaria più duratura. Fortunatamente, ci sono suggerimenti e soluzioni per uscire da determinate situazioni. Si tratta di assistenza sociale e di alcune possibilità di prestito a volte non riconosciute.

Assistenza sociale da CAF

I servizi sociali ei loro dipendenti sono le persone più in grado di aiutare popolazioni in situazioni molto precarie, ma non è sempre facile osare affidare i propri problemi a una terza persona, per quanto benevola possa essere. Fortunatamente il consigli per i precari sono sempre più facilmente reperibili su Internet. Questo è il caso degli aiuti concessi da Fondo per gli assegni familiari (CAF) che contrariamente a quanto sembra indicare il suo nome non riserva la distribuzione dei suoi fondi solo alle famiglie.

Così CAF non solo paga la RSA (Revenu de Solidarité Active) ai disoccupati che non beneficiano nemmeno dell'assicurazione contro la disoccupazione, ma esiste anche una RSA per i genitori single. Le persone che beneficiano della RSA possono anche ricevere il bonus natalizio pagato a dicembre. Per gli altri dipendenti, questo bonus può essere pagato dal datore di lavoro o dal dipartimento.

Ovviamente CAF sostiene anche le famiglie versando loro degli assegni, il cui ammontare varia a seconda delle loro risorse. Più basso è il reddito, maggiore è l'aiuto mensile. Anche i genitori dei bambini che vanno a scuola possono beneficiare dell'indennità per il ritorno a scuola. Per quanto riguarda l'alloggio, l'assistenza esiste anche attraverso l'APL che coprirà parte del tuo affitto

Suggerimenti e trucchi caso per caso

Per ogni problema c'è una soluzione. Se incontri problemi finanziari, non disperare perché quasi tutte le situazioni possono trovare una soluzione per uscire dalla precarietà.

Diventare il proprietario della tua casa è il modo più sicuro per evitare di cadere in un'insicurezza ancora maggiore. Se non sei ancora così fortunato e pensi che non potrai mai acquistare perché non puoi ottenere un prestito, ripensaci perché esistono sistemi di finanziamento riservati ai disoccupati come il PAS, Prêt d'Accession Sociale che ti permette di utilizzare l'indennità di alloggio (AP) per estinguere il prestito.

Un po 'nello stesso spirito ma molto meno conosciuto, il PSLA, prestito sociale di adesione alla locazione, consente di diventare proprietario di alloggi sociali quando il locatore decide di metterlo in vendita.I vantaggi sono numerosi perché consente di beneficiare di un'aliquota IVA ridotta, dell'esenzione dall'imposta fondiaria per 15 anni e di un prezzo di vendita ridotto con accesso sicuro.Quest'ultimo punto, infatti, offre al nuovo proprietario la possibilità di stipulare un'assicurazione sulla rivendita qualora fosse costretto a separarsi dall'immobile in caso di significative difficoltà finanziarie.Se rivende la sua proprietà al di sotto del valore di acquisto, la compagnia di assicurazione gli pagherà la differenza di prezzo.

Tale prestito si articola in due fasi: la prima consiste nell'affittare l'immobile accumulando un risparmio che servirà da contributo per la seconda fase che consiste nel rimborso del prestito, che rischia di rappresentare 100% del prezzo di acquisto. per un periodo di rimborso massimo di 30 anni. Questo prestito è concesso da una banca e non da una particolare organizzazione ed è probabile che quasi tutte le banche francesi lo concedano.

Infine, un altro esempio di prestito che può interessare famiglie precarie è il prestito studentesco per finanziare l'istruzione superiore o la formazione. Con un tasso molto interessante, il rimborso delle scadenze del prestito sarà differito fino alla fine degli studi o all'ingresso nella vita lavorativa con la sottoscrizione di un contratto di lavoro entro un determinato periodo di tempo.