Scanner 3D fisso o portatile?

scanner 3d portatile

Nel processo di ottenimento della nuvola di punti, c'è uno strumento leader, lo scanner 3D.

L'operazione si basa sull'emissione di un raggio di luce laser che cade su un elemento e rimbalza sullo scanner calcolando la distanza dal punto. Lo scanner ha uno specchio che ruota su un asse di rotazione su cui viene emessa la luce laser, che fornisce questo raggio di luce.

In generale, gli scanner utilizzati nei lavori pubblici possono essere classificati in due gruppi: scanner fissi e mobili o portatili come il scanner 3D portatile paracosm.

Quali sono i loro vantaggi e svantaggi?

  • Stazionari: sono i primi scanner ad essere utilizzati per lo studio delle nuvole di punti. Queste apparecchiature hanno una grande precisione data la loro deviazione millimetrica. Il funzionamento è lo stesso delle stazioni fisse utilizzate in topografia. Lo scanner viene posizionato e la scansione viene eseguita. Attraverso sfere strategicamente posizionate, è possibile stabilire la relazione tra un punto e l'altro.

Lo scanner non esegue solo rilevamenti puntuali, alcuni di essi hanno anche una telecamera che genera una vista panoramica a 360 gradi, che consente una migliore comprensione del cloud. Questo offre anche la possibilità di avere i suoi punti a colori.

  • Mobile: questi scanner sono apparsi di recente a causa di problemi legati all'acquisizione di letture in aree di difficile accesso o instabili. Di dimensioni molto più piccole, la loro tecnologia elimina la necessità di riporli e spostarli completamente per la scansione.

Rispetto agli scanner fissi, questi scanner hanno una precisione di circa 2 o 3 cm ma il loro campo di utilizzo è molto più ampio di quello dello scanner fisso.

Scansione 3D: una nuvola di informazioni

Eseguire una scansione 3D di un edificio fornisce già molte informazioni con cui lavorare. Con una nuvola di punti è possibile studiare la planarità di elementi come pavimenti o muri, avere una lettura esatta di ciò che esiste ed essere in grado di misurarlo, oppure eseguire la procedura di reverse engineering o pass-through. tempo

In questi ultimi processi, lo studio della nuvola di punti offre la possibilità di vedere come l'elemento di studio si è evoluto verso agenti esterni come il tempo per conoscere il livello di degrado. Nel settore della conservazione del patrimonio, questo utilizzo è molto completo, poiché la scansione degli elementi consente non solo di sviluppare e documentare questi elementi ma anche di studiare come il passare del tempo e le condizioni meteorologiche li hanno influenzati.

D'altra parte, nel campo dell'ingegneria industriale, l'uso di questa tecnologia consente di creare documentazione per lo sviluppo e la produzione di parti e apparecchiature che non dispongono di tale documentazione.

Sono ormai molte le piattaforme web che offrono la possibilità di gestire il file Una nuvola di punti tramite il browser senza la necessità di installare programmi specifici. Queste piattaforme consentono anche la visualizzazione di informazioni aggiunte successivamente al cloud, come posizione o beacon.