GDPR 2018: novità in materia di protezione dei dati

Dal mese di Maggio 2018, tutti hanno a che fare con alcune novità che riguardano protezione dati. In effetti, ora è possibile per le organizzazioni archiviare grandi quantità di dati, ma anche utilizzarli o persino commentare determinate informazioni personali. Il GDPR 2018, o Regolamento generale sulla protezione dei dati, verrà così a disciplinare il trattamento di tali dati in modo da garantire migliore sicurezza di questi, aumentare i diritti ciascuno sulle proprie informazioni personali e omogeneizzare queste regole in tutta l'Unione europea.

GDPR 2018: migliore supervisione del trattamento dei dati

Secondo GDPR 2018, verrà posto in essere un quadro più rafforzato in materia di protezione dei dati: infatti, tra le novità che entreranno in vigore con il GDPR 2018, troveremo in particolare il fatto che qualsiasi persona i cui dati vengono raccolti avrà un diritto di ispezione su questi e maggio rifiutare il trattamento delle loro informazioni, o della loro profilazione, con alcune eccezioni. Anche il GDPR 2018 prevede il divieto di trattare dati cosiddetti "sensibili", quali lo stato di salute di una persona, le opinioni politiche, l'orientamento sessuale o anche religioso ... salvo, ancora una volta, in determinate circostanze indicate nella GDPR 2018. Trova i regolamenti e le soluzioni su https://donnees-rgpd.fr/.

Il GDPR 2018 pone la privacy delle persone al centro delle proprie preoccupazioni al fine di offrire loro nuove misure a garanzia della sicurezza ottimale dei propri dati: il GDPR 2018 Ciò riguarda sia l'uso che le aziende fanno dei dati che possono raccogliere sui propri clienti, sia le informazioni che gli utenti Internet possono lasciare quando navigano sul web. Gli utenti avranno così il diritto di guardare informazioni che li riguardano, ma possono anche richiedere per recuperarli, eliminarli o anche rimuovili.

GDPR 2018: come prepararsi bene?

Se a prima vista il file GDPR 2018 sembra contenere molte informazioni e richiedere grande vigilanza, diversi strumenti sono messi a disposizione delle strutture per anticipare queste nuove regole e adattarle senza intoppi.

Prima di tutto è possibile partecipare formazioni della durata di una giornata per comprendere meglio il GDPR 2018, per essere sicuro di esserlo conformità con questo nuovo regolamento, e per poter rispondere a tutte le sue domande sull'argomento. È poi anche possibile, per le strutture interessate dal trattamento e suscettibili di aggiungere commenti, utilizzare un software, denominato Controllo del testo GDPR. Quest'ultimo lo permetterà per identificare più facilmente dati considerati sensibili, e proporre alternative all'utente dello strumento. Infatti, secondo il GDPR 2018, qualsiasi dato raccolto deve essere lecito e appropriato. Inoltre, le aziende devono essere particolarmente vigili nei confronti dei dati “sensibili”.

Pertanto, le strutture dovranno presto rispettare il GDPR 2018, e garantire che i loro dati siano ben protetti, assicurando un uso benevolo di questi ultimi.