I 10 migliori condizionatori d'aria multi split 2020

Difficile fare una scelta per il tuo nuovo condizionatore multi-split? Abbiamo scritto questo Guida all'acquisto del condizionatore d'aria speciale Multi Split per aiutarti, con la TOP10 delle migliori vendite del momento, test, opinioni… Come in tutte le nostre guide all'acquisto, abbiamo fatto del nostro meglio per aiutarti a scegliere il miglior condizionatore multi split! Vuoi acquistare un nuovo condizionatore multi split? Scopri il confronto dei migliori in questo Guida 2020 Condizionatore Multi Split scritto da noi per aiutarti a scegliere il modello migliore, la marca migliore… In questa guida come in tutte le nostreguide allo shopping 2020, tutto il nostro team ha messo insieme tutte le cose che devi sapere per acquistare il miglior condizionatore multi-split!

La nostra selezione di condizionatori d'aria multi split

Guida all'acquisto di condizionatori d'aria multi-split

C'è una vasta gamma di soluzioni per rinfrescarsi in estate. Una delle migliori alternative è Condizionatore Multi Split che ha molti vantaggi. Il mercato è invaso da innumerevoli modelli di condizionatori multi split. I marchi competono nell'immaginazione per rimanere un passo avanti rispetto alla concorrenza. Per essere sicuri di avere un condizionatore in grado di soddisfare le vostre esigenze, si consiglia di fare la scelta con la massima cura. Nel seguente articolo troverai consigli pratici e criteri di selezione che ti aiuteranno a vedere più chiaramente.

Cos'è un condizionatore d'aria multisplit?

A differenza dei condizionatori d'aria confezionati, modelli divisi sono composti da due unità distinte: ilunità di estrazione aria calda che si trova all'interno e il fileunità di evacuazione che ospita il motore situato all'esterno.

Nella famiglia dei condizionatori Split si distinguono i mono split e il multi split. I primi hanno una sola unità di estrazione interna per posto esterno, mentre i secondi offrono la possibilità di collegare più unità interne con la singola unità esterna.

Il condizionatore multisplit è quindi consigliato per raffreddare da 2 a 5 stanze in modo indipendente. Fa meno rumore rispetto a una versione monoblocco poiché il motore è posizionato nell'unità esterna. È possibile eseguire un test del livello sonoro per determinare il miglior prodotto sul mercato. D'altra parte, è più complesso da installare poiché richiede un numero elevato di diramazioni e connessioni di tubazioni.

Le unità interne hanno ciascuna uno schermo di visualizzazione e un pannello di controllo indipendente per impostarle su temperature diverse. Questo è un ottimo punto soprattutto quando si hanno stanze di diverse dimensioni da condizionare.

La principale differenza tra i multi split non è tecnica, ma piuttosto estetica. Il design ergonomico e il formato dei modelli disponibili sul mercato determineranno già la tua scelta finale.

Possiamo quindi trovare pensili da incasso, delle consolle fisse a muro, delle plafoniere o console o cassette sospese al soffitto. Tutto quello che devi fare è acquistare il modello che meglio si adatta al tuo arredamento. Una tabella di confronto è essenziale per confrontare le diverse caratteristiche tecniche.

È importante distinguere, tuttavia, condizionatori d'aria multisplit reversibili dove la Condizionatori d'aria multi split 2 in 1. Agiscono sia come riscaldamento quando fa freddo che come raffreddamento quando fa caldo.

Il migliori condizionatori d'aria multi split sono dotati di tecnologia Inverter. Consente la regolazione automatica della potenza del dispositivo in modo che la temperatura dell'aria si allinei con quella dell'ambiente circostante.

Infine, il multi split 3 in 1 sono molto trendy, perché non solo ti permettono di passare da modalità di ventilazione al modalità di riscaldamento dove la modalità di umidificazione. Molto versatili, sono consigliate per avere un po 'di caldo in inverno, fresco in estate e un'atmosfera non troppo secca.

Di quanta potenza hai bisogno?

La potenza di un condizionatore d'aria multisplit dipende interamente dalle dimensioni della stanza che desideri attrezzare. Per aiutarti a scegliere meglio un modello tra i migliori condizionatori multi split di questo confronto, eccone un piccolo guida di potere.

Per una stanza fino a 20 m², è possibile utilizzare un condizionatore multi-split da 2 a 2,5 kW. Da 20 a 40 m², la scelta dovrebbe essere un dispositivo da 2,5 a 5 kW. Per una superficie da 40 a 60 m² l'ideale è optare per una potenza compresa tra 4 e 6 kW. Tra 60 e 80 m², si consiglia di utilizzare un condizionatore multi-split da 5 a 7 kW. E oltre gli 80 m², è necessaria una potenza, cioè tra 6 e 9 kW.

Questa è solo una guida approssimativa. Ma si consiglia di farlo fai i conti da solo per avere più precisione sulla potenza reale richiesta.

Se si utilizza un condizionatore d'aria multisplit troppo potente per le dimensioni della stanza, l'unità potrebbe eseguire un ciclo breve, ma frequentemente per raggiungere la temperatura target. Ciò può causare diversi problemi:

  • aumento eccessivo o eccessivo della temperatura
  • deumidificazione inadeguata (l'aria non è abbastanza secca, il che rende l'ambiente meno confortevole)
  • un aumento del consumo di elettricità
  • costi operativi elevati
  • usura prematura del condizionatore d'aria

Se si installa un condizionatore d'aria a bassa potenza, invece, l'unità potrebbe funzionare costantemente a piena potenza, il che potrebbe asciugare eccessivamente l'aria e causare una rapida usura del sistema.

In questo senso, se fai i conti e ottieni ad esempio 6 kW per la stanza, l'ideale è cercare un condizionatore multi-split con una potenza nominale compresa tra 6 kW e 6,5 kW. Questo è il modo più sicuro per ottenere un modello adatto o leggermente superiore alla potenza richiesta per la parte. Puoi aggiungere alcuni Watt per ottenere temperature più fresche più velocemente durante la stagione calda. Ma non superare troppo la potenza richiesta.

Come si calcola la potenza di un condizionatore multi split?

Potete trovare strumenti in linea che consentono di effettuare un calcolo approssimativo della potenza utile per la climatizzazione degli ambienti in cui si desidera installare il proprio condizionatore multisplit. Di conseguenza, possono produrre una potenza superiore a quella di cui hai effettivamente bisogno.

In effetti, ci sono molte variabili da tenere in considerazione. Ad esempio, una stanza con un buon isolamento e aperture rivolte a est o sud-est avrà bisogno di più energia di quella che una calcolatrice fornisce come risposta. Al contrario, una stanza scarsamente isolata con aperture rivolte a sud richiederà meno energia di quella offerta dallo strumento.

In altre parole, per fare un calcolo corretto, considera i seguenti punti:

Un calcolo corretto tiene conto di tutti i dettagli del pezzo:

  • Il volume della stanza: lunghezza, larghezza e altezza
  • Il tipo di stanza: soggiorno, sala da pranzo, cucina, camera da letto, ecc.
  • L'orientamento delle aperture in vetro: un bovindo rivolto a nord o ad ovest
  • Una grande finestra esposta a sud o sud-est può far entrare molto calore in estate.

  • Persiane e tende alle finestre
  • Isolamento del pavimento, del soffitto e delle pareti
  • Il clima nella regione

Come scegliere un condizionatore multi split?

Potere

I migliori condizionatori multisplit sul mercato hanno un'elevata potenza di raffreddamento e riscaldamento (oltre 5 kW). Utilizzando una tabella di confronto, è possibile identificare i modelli più potenti. È meglio avere un dispositivo sufficientemente potente su un dispositivo con 5 posti interni. Il condizionatore a cassetta è di gran lunga il più potente se si fa un confronto.

Installazione

La scelta dell'ubicazione è fondamentale, ma è anche necessario studiare la configurazione dei locali prima di considerare l'installazione. La lunghezza dei tubi rivestiti dipende in realtà da questo studio preliminare. Inoltre, la movimentazione dei refrigeranti richiede l'intervento di un professionista specializzato. Si noti che ci sono condizionatori d'aria multi split compatto e molto estetico che sono poco ingombranti nonostante il prezzo un po 'più alto della media. Si segnala inoltre che alcuni modelli hanno condizioni di installazione restrittive, come la versione a parete che non deve essere posta a meno di 2 metri da terra. Le unità non devono essere nascoste dietro un mobile, ad esempio, perché per poterle pulire regolarmente (obbligatorio), il dispositivo deve essere facilmente accessibile.

Prestazioni energetiche

Vuoi un multi split di qualità? Non trascurare questo parametro, che ti consente di classificare il tuo dispositivo durante la diagnosi energetica della tua casa. Il test di prestazione energetica può essere fondamentale per essere sicuri del consumo del dispositivo. In media, un buon condizionatore multi-split che funziona tutto l'anno consuma circa 250 kWh all'anno in modalità raffreddamento e fino a 1300 kWh all'anno se ha bisogno di distribuire aria calda.

Modalità operative

Alcuni condizionatori d'aria multisplit hanno modalità operative diverse per soddisfare le esigenze dell'utente. Sarebbe vantaggioso per te averli sul modello che hai scelto.

  • Auto: il dispositivo stesso sceglie la modalità appropriata alla stanza per mantenere la temperatura al giusto livello.
  • Freddo : il condizionatore d'aria dirige il calore interno verso l'esterno per raffreddare la stanza.
  • Calore: il condizionatore cattura il calore dall'esterno e lo trasferisce all'interno, come il principio di una pompa di calore, che permette di riscaldare l'ambiente.
  • Asciutto: questa modalità deumidifica l'aria.
  • Ventola (solo ventola): il condizionatore d'aria invia aria forzata nella stanza senza riscaldarla o raffreddarla.
  • Economia: questa modalità riduce il consumo di elettricità. Ma dipende dalla marca. Infatti, può semplicemente ridurre la potenza del ventilatore o regolare il termostato di alcuni gradi, oppure rilevare la presenza di una persona nella stanza per regolare la temperatura.

Rilevatore di movimento o sensore di presenza umana

Questa caratteristica è molto comoda. E come accennato in precedenza, viene utilizzato per la modalità Economia. Il sensore rileva la presenza di qualcuno nella stanza e accende, spegne o regola di conseguenza il livello di temperatura.

Alcuni modelli hanno un rilevatore di movimento e sono in grado di dirigere il flusso d'aria alla persona rilevata. Se non viene rilevata alcuna persona, il dispositivo passa a Economia consumare meno energia.

Tuttavia, anche se il tuo condizionatore d'aria multisplit è dotato di un sensore o di un rilevatore di movimento, non dovresti lasciarlo acceso tutto il tempo. Se sei lontano, spegnilo e attiva la funzione timer per riaccenderlo prima di arrivare a casa.

Telecomando

Molti produttori di condizionatori d'aria multi-split (Mitsubishi Electric, Daikin, Bosch?) Offrono modelli che possono connettersi alla rete wireless domestica. Così, tramite un'applicazione sul tuo Smartphone, puoi controllare il tuo climatizzatore da remoto utilizzando una connessione Internet. Questa è una funzione utile quando sei al lavoro e vuoi riscaldare o raffreddare una stanza della tua casa prima di entrare nella tua casa.

Inoltre, questa funzione Wifi può essere integrata o meno nel condizionatore d'aria, a seconda del modello. Potrebbe essere necessario acquistare un controller da aggiungere al condizionatore d'aria multisplit per poterlo attivare da remoto.

Filtri aria e funzione autopulente

I condizionatori multi-split oggi hanno i migliori dispositivi di filtrazione. Possono filtrare polvere, odori, allergeni e muffe dall'aria.

E per semplificare il compito per l'utente, sono spesso accompagnati da una funzione autopulente. Consente all'unità interna (diffusore) di essere pulita per funzionare in modo ottimale in ogni momento. È pulito, riduce l'accumulo di polvere e previene la formazione di muffe se la funzione di deumidificazione non è completamente operativa.

Alette orientabili o oscillanti

I diffusori della maggior parte dei condizionatori d'aria multi split sono regolabili e possono oscillare su e giù. Questo è comodo in quanto si consiglia di puntare le feritoie verso l'alto per raffreddare la temperatura e verso il basso per riscaldarla. Utilizzando il telecomando del dispositivo, puoi farlo a distanza.

Ritardo di riavvio

Un condizionatore d'aria multi-split con un ritardo di riavvio è un buon dispositivo. Questa funzione preserva il corretto funzionamento del compressore. Se l'unità esterna o il condensatore si riavvia troppo rapidamente, potrebbe causare danni.

Campo di funzionamento

Conoscere il raggio di azione può aiutarti a scegliere il modello giusto per il clima della zona in cui vivi. La maggior parte dei condizionatori d'aria multisplit funziona a temperature variabili da -10 ° C a 45 ° C.

Sbrinamento automatico

Durante l'inverno, se le temperature scendono fino a -15 ° C, è importante che il condizionatore multisplit da voi scelto abbia la funzione di sbrinamento automatico. Ciò consente all'unità esterna di rimuovere rapidamente la brina che si è formata sulle batterie dello scambiatore di calore.

Tipo di refrigerante

I refrigeranti (ad esempio: clorofluorocarburi o CFC) che agiscono sullo strato di ozono sono stati ritirati dal mercato. Ma sui condizionatori multi-split, è stato sostituito da idrofluorocarburi o HFC. E sebbene questo refrigerante sia stato oggetto di un nuovo accordo internazionale nel 2016, attualmente su questi dispositivi vengono utilizzate solo varianti. HFC R32 è il più comune, ma c'è una tendenza verso HFC R410A, sempre per ragioni ecologiche.

i più venduti

Ultimo aggiornamento: 2020-09-23 02:31:29