Top 10 Meilleur Climatiseur Fixe 2021

Difficile fare una scelta per il tuo nuovo condizionatore d'aria fisso? Abbiamo scritto questo Guida all'acquisto di condizionatori d'aria fissi speciali per aiutarti, con la TOP10 delle migliori vendite del momento, test, opinioni… Come in tutte le nostre guide all'acquisto, nous avons fait le maximum pour vous aider à choisir le meilleur Climatiseur Fixe !

La nostra selezione di condizionatori d'aria fissi

Guida all'acquisto di condizionatori d'aria fissi

Hai deciso di investire in un nuovo condizionatore stazionario per rinfrescare la tua casa dopo l'estate e per stare al caldo in inverno? Tuttavia, è difficile fare la scelta giusta con i numerosi modelli di condizionatori d'aria fissi disponibili sui siti web di Comparativo. Questa guida ti aiuterà a fare la scelta giusta in base alle tue esigenze e al tuo budget.

Perché rivolgersi a un condizionatore d'aria fisso?

Scansionando i siti di Comparativo, noterai che i produttori offrono condizionatori d'aria sia portatili che fissi. UN test Sul migliore I condizionatori portatili ti faranno presto capire che questi modelli sono particolarmente rumorosi, nonostante il prezzo contenuto e le dimensioni ridotte. Inoltre, il condizionatore d'aria portatile è più adatto per una stanza piccola e verrà utilizzato solo occasionalmente. Anche spostare il condizionatore portatile da una stanza all'altra non sarà facile, visto il suo peso (40 kg).

Hai un debole per condizionatori d'aria efficienti ed efficienti? Il condizionatore fisso è il più adatto soprattutto se le vostre esigenze di condizionamento sono più importanti. Capace di climatizzare una vasta area, migliore modelli fissi disponibili su Comparativo sono inoltre silenziose, richiedono poche attenzioni e forniscono un'ottima climatizzazione in tutte le stagioni.

Di seguito le caratteristiche generali di un impianto di climatizzazione fisso, indipendentemente dalla tipologia, in relazione alla potenza richiesta a seconda dell'area da condizionare:

  • Per una superficie di meno di 20 m², è necessario scegliere un condizionatore da 1500 a 2000 W.
  • Per una superficie tra 20 e 30 m², devi optare per una potenza compresa tra 2500 W e 3000 W.
  • Per una superficie superiore a 30 m², è necessaria una potenza di 3500 W e più.

Come scegliere il miglior condizionatore d'aria fisso?

Se stai cercando il file meglio condizionatore d'aria fisso per la tua famiglia Comparativo, dovrai prestare attenzione alla potenza di quest'ultimo. Per scegliere la giusta potenza, espressa in KW o BTU, sarà necessario dimensionare correttamente il dispositivo e conoscere le proprie esigenze.

Per fare ciò, è necessario essere consapevoli del clima e della zona geografica del proprio alloggio. L'esposizione di ogni stanza e il numero degli occupanti determineranno anche la scelta del nuovo condizionatore fisso. Il livello di umidità degli alloggi, le superfici vetrate, la qualità dell'isolamento?, Diverse informazioni devono essere prese in considerazione per dimensionare correttamente il condizionatore d'aria. Chiamare un professionista per eseguire una valutazione termica prima di installare il nuovo apparecchio.

Qual è il sistema migliore per la tua casa?

Una volta conosciuti i vantaggi del condizionatore stazionario e ottenuto l'equilibrio termico della tua casa, l'ultimo passo è scegliere il meglio tipo di condizionatore fisso tra i diversi modelli proposti sul Comparativo. Attualmente sul mercato sono disponibili tre modelli: condizionatore monoblocco fisso, reversibile e split.

Il climatizzatore fisso monoblocco

Il migliore I climatizzatori stazionari monoblocco hanno una singola unità. Un unico scomparto ospita il sistema termomeccanico del dispositivo. In grado di essere montato su una parete, sotto una finestra o sopra una porta, il condizionatore confezionato è meno ingombrante ed economico.

Poiché non necessita di alcun dispositivo ausiliario, deve essere assolutamente a diretto contatto con l'aria per fornire una climatizzazione ottimale nell'ambiente. Sebbene questo tipo di condizionatore d'aria non filtra bene il rumore esterno, non emette comunque alcun rumore ed è di facile manutenzione. Una periodica spolveratura sarà sufficiente per garantire il corretto funzionamento dei ventilatori.

Il condizionatore d'aria fisso reversibile

Il meglio Il condizionatore d'aria fisso reversibile riscalderà la tua casa in inverno, invertendo il ciclo di refrigerazione, e la raffredderà nelle calde giornate estive. Questo modello 2 in 1 ti permetterà di risparmiare denaro (fino a 50 % in inverno) e offre un comodo risparmio di spazio. In effetti, non dovrai aumentare l'attrezzatura. Sebbene non sia più necessario acquistare due dispositivi separati, sappi che il condizionatore d'aria fisso reversibile andrà invece a completare il tuo sistema di riscaldamento.

Quando torna l'estate, il meglio Il condizionatore reversibile pulisce l'aria e assorbe l'umidità in eccesso attraverso i filtri. In inverno, il condizionatore reversibile ripristina il calore e respinge l'aria fredda all'esterno. Simile a una pompa di calore, questo dispositivo offre un riscaldamento efficiente in inverno. Eseguendo un file test sui condizionatori fissi reversibili, si nota inoltre che, per 1 kW consumato, il coefficiente di prestazione (COP) di quest'ultimo è 3. Ricordare, però, che il COP varia in base alla temperatura esterna. Dovrai quindi combinare il tuo condizionatore reversibile con un riscaldatore ausiliario in caso di tempo molto freddo.

Il condizionatore d'aria fisso split

Il meglio Il climatizzatore fisso split disponibile sul mercato comprende due unità (interna ed esterna) collegate da canalizzazioni. Il sistema esterno è costituito da un compressore, un ventilatore principale e un condensatore. L'unità interna ospita i filtri e un ventilatore secondario. Non è raro trovare, al momento di a Comparativo, condizionatori split con unità interna che ospita un evaporatore.

Se la tua scelta è un condizionatore d'aria split, tieni presente che ci sono due tipi di condizionatori d'aria split fissi sul mercato: condizionatori d'aria multisplit, con più unità interne e monosplit che offrono un unico sistema interno.

Per quanto riguarda il tipo di dispositivo o unità interna, tenere presente che ce ne sono diversi. In genere si differenziano per il tipo di installazione.

  • Aria condizionata a parete
  • Questo dispositivo è il più diffuso ed è quindi il più utilizzato. Come suggerisce il nome, è posizionato su un muro e ad un'altezza. Nel caso di un'installazione multisplit, la tubazione che collega tutte le unità è a scomparsa nel sottotetto, nel telaio e negli accessori nascosti in casa. Il condizionatore da parete ha un ottimo rapporto qualità prezzo grazie alle sue prestazioni e al basso livello di rumorosità.

  • Aria condizionata a cassetta
  • Questo tipo di dispositivo, in generale, è adatto per grandi superfici come negozi, uffici o ristoranti. Tuttavia, ci sono modelli che possono essere perfetti per un camino. Richiede preventivamente l'installazione di un controsoffitto e l'altezza del soffitto non deve essere inferiore a 3 m.

  • Condotto di aria condizionata
  • I sistemi di condizionamento d'aria canalizzabili sono spesso preferiti a causa delle loro prestazioni. Questo tipo di condizionatore si nasconde perfettamente nel tuo arredamento, lasciando visibili solo le prese d'aria sul soffitto. Infatti, tutte le unità sono incassate nella soffitta, nelle pareti e nei controsoffitti della tua casa.

Manutenzione di un condizionatore d'aria fisso

Ora sai cosa cercare quando acquisti un condizionatore d'aria fisso. Quindi è il momento di mostrartelo come mantenere questo tipo di condizionatore d'aria. In effetti, questo materiale richiede una certa attenzione da parte del suo utente. Inoltre, una cattiva manutenzione dell'apparecchio può comportare un consumo eccessivo di energia, gonfiando così la bolletta elettrica.

Se, ad esempio, i filtri sono sporchi, possono verificarsi gravi danni. In questo caso, anche se sei un abile tuttofare, non sarai in grado di ripararlo adeguatamente. La manutenzione rimane quindi essenziale affinché il dispositivo possa funzionare in modo ottimale anche dopo diversi anni di utilizzo.

Quando e con che frequenza mantenere la tua aria condizionata?

In generale, il frequenza di manutenzione dipenderà dal modello che hai scelto. È possibile trovare consigli e raccomandazioni corrispondenti nel manuale del dispositivo a seconda del modello, potrebbe esserci una spia che si accende quando è necessario mantenere i filtri. Capirai, nella stragrande maggioranza dei casi, pulire i filtri sarà il compito che dovrai svolgere al tuo livello. Quindi, indipendentemente dal tipo di dispositivo, dovrai pulirlo ogni 2-3 settimane.

Se si dispone di un modello che contribuisce alla purificazione e deodorizzazione dell'aria ambiente, questi vanno revisionati rispettivamente ogni 3 mesi e ogni 2 o 3 anni al massimo. Se hai un modello con refrigerante superiore a 2 kg, tieni presente che dovrai assumere un professionista per la manutenzione obbligatoria ogni anno. A tal fine sarà necessario sottoscrivere un contratto di manutenzione annuale.

Come pulire?

Normalmente, tutte le fasi di pulizia sono dettagliate e spiegate nel manuale del dispositivo. Più, ogni modello è diverso e i passaggi possono essere specifici a seconda di ciò. Tuttavia, in generale, la pulizia si riduce a poche semplici azioni:

  1. Spegni il dispositivo
  2. Aprire il vano filtri, rimuoverli e rimuovere la polvere ad esempio con un aspirapolvere.
  3. Verificare lo stato dei filtri, perché se sono presenti fori o altre anomalie sarà necessario sostituirli.
  4. Pulire i filtri con una spugna inumidita con acqua saponosa.
  5. Risciacquare e asciugare prima di rimetterle al loro posto.
  6. Se si è scelto un condizionatore d'aria fisso split, sarà necessario liberare l'unità esterna da tutti i detriti e lo sporco che potrebbero interferire con il suo corretto funzionamento.
  7. Se necessario, pulirlo con una spugna o un panno umido.

Se esegui questi semplici passaggi in modo fluido, puoi essere sicuro di ottenere un dispositivo ad alte prestazioni prevenendo guasti tecnici.

Quindi quando dovresti chiamare un professionista?

Prima di tutto, se non sei un appassionato di fai da te in fondo, è meglio chiamare subito un professionista per fare la manutenzione. D'altra parte, se sei esperto nel campo, puoi farlo da solo. Tieni presente però che per determinati interventi è necessario fare riferimento ai servizi di a ingegnere frigorista o specialista in climatizzazione.

Quindi, una volta all'anno, per un'installazione contenente più di 2 kg di refrigerante, un test di tenuta dovrebbe farlo. Al termine di quest'ultimo, il professionista dovrà rilasciarti un documento attestante il suo intervento. Tieni presente che questa manutenzione annuale è obbligatoria e che se non la fai dovrai pagare una multa che può superare i mille euro.

Per un'installazione contenente più di 3 kg di refrigerante, dovresti sempre portare un professionista per far controllare tutta l'attrezzatura. Inoltre, per questo tipo di dispositivo, è obbligatoria l'istituzione di un registro di controllo annuale valido 5 anni. Per ogni intervento sono necessarie le firme di entrambe le parti (proprietario e stakeholder). Essere consapevoli del fatto che una violazione di questo obbligo è punibile con una multa di diverse centinaia di euro.

Infine, devi assolutamente chiamare un professionista quando la tua attrezzatura si guasta.

Quando stipulare un contratto di manutenzione?

È necessario sottoscrivere questo tipo di contratto quando si utilizza un dispositivo contenente più di 2 kg di refrigerante. Questo ti permetterà di trarne vantaggio interventi regolari da un tecnico qualificato, indipendentemente dal fatto che tu abbia o meno problemi tecnici. In questo modo avrai un dispositivo sempre funzionante. In questo contesto, puoi usufruire di visite preventive ogni anno. Ciò consente allo specialista di controllare l'intero condizionatore d'aria fisso. Pertanto, svolgerà una perizia su ciascuno dei seguenti elementi:

  • Sigillatura
  • Connessione elettrica
  • Filtri
  • Batteria
  • La condensa
  • Temperatura
  • Pressione
  • La resa

Oltre a tutti questi compiti, ti fornirà anche consigli e spiegazioni sul tuo materiale. Si assicurerà inoltre che nessun fungo o batterio contamini il dispositivo. Oltre al controllo funzionale, può anche eseguire regolazioni e riparazioni meccaniche ed elettriche se presentano un malfunzionamento.

La sottoscrizione di un tale contratto, infine, consente di beneficiare, in caso di emergenza, di un intervento rapido anche durante i periodi estivi in ??cui i guasti sono ricorrenti. In effetti, i professionisti del settore sono spesso in overbooking in estate. Così avrai la possibilità di non aspettare ore prima che un esperto venga a casa tua.

i più venduti

Dernière mise à jour : 2021-01-20 02:34:11