Confronta per scegliere meglio il tuo fornitore di energia

Oltre a EDF ed Engie, fornitori storici, altri fornitori di elettricità e gas offrono servizi interessanti. Le offerte del mercato sono quindi molteplici e consentono ai consumatori di scegliere liberamente i pacchetti che soddisfano le proprie esigenze. Tuttavia, per essere sicuri di fare la scelta giusta, l'uso di un comparatore è essenziale.

L'interesse di un comparatore di fornitori di energia

Con la concorrenza aperta per i fornitori di energia, tutti gli accordi si dichiarano i migliori. Tuttavia, le formule non sono uguali, sia che si tratti di un'offerta dipro elettricità o per individui. Il contratto elettrico ideale è quello che soddisfa le esigenze della famiglia in termini di consumo energetico.

Prendere in considerazione due elementi durante il confronto consente di ridurre la bolletta: l'importo dell'abbonamento e il prezzo per kWh. Tuttavia, questi prezzi sono più o meno gli stessi, con alcune differenze, per tutti i fornitori. Questi ultimi applicano tariffe regolamentate, che cambiano ogni mese per il gas e due volte l'anno per l'energia elettrica.

Va notato che ci sono altri prezzi che possono variano in base alla regione, in particolare al gas, da qui l'importanza del codice postale nell'utilizzo di un confronto dei fornitori di energia. Lo strumento di confronto consente di confrontare diversi elementi, tra cui la qualità del servizio, l'andamento dei prezzi e le offerte "verdi". Queste ultime riguardano le energie verdi o rinnovabili, sempre più ricercate nella conversione energetica. L'interesse di un comparatore è quindi quello di poter scegliere un abbonamento adeguato alle proprie esigenze, ma anche di sottoscrivere un'offerta che rispetti l'ambiente.

Le informazioni necessarie per confrontare i fornitori di energia

Il profilo del consumatore consente di determinare il suo fabbisogno energetico. Informazioni come indirizzo e consumo medio (stima annuale secondo fattura) consentono l'accesso ad una tabella comparativa secondo le abitudini. Altri indizi aiutano a perfezionare la ricerca, come il tipo di prezzo e il potenza del misuratore. L'ordinamento varia anche in base ai criteri di ricerca: luce, gas, entrambi, indirizzo attuale o quello della nuova abitazione, ecc.

È anche possibile stimare il dispendio energetico in base a il tipo di alloggio, il numero dioccupanti, il la zona (in m²) o il tipo di energia utilizzata tutti i giorni (riscaldamento, cucina e acqua calda). Una volta definita l'offerta appropriata, non resta che cambiare fornitore. Contrariamente alla credenza popolare, poiché il cliente non è vincolato da alcun impegno nei confronti del suo attuale fornitore, quest'ultimo può recedere dal contratto in qualsiasi momento.