Come svegliarsi per iniziare bene la giornata

Essere strappato dalle braccia di Morfeo da un rumore acuto è un'invenzione che risale al XIX secolo. Da allora, i ricercatori non hanno mai smesso di inventare per rendere più piacevole questo momento che segna l'inizio di una giornata. Al giorno d'oggi, gli orologi sono usati come decorazione e si utilizza invece una sveglia più evoluta. Che piacere aprire gli occhi con grazia con un delizioso profumo di pane tostato!

Dopo la sveglia musicale mattutina, poi la sveglia sonora naturale e recentemente il simulatore dell'alba per un graduale risveglio alla luce, Sensorwake ha creato la prima sveglia profumata, che ti sveglia per addormentarti con il profumo che hai scelto. Grazie ad una fragranza stimolante, una luce soffusa e una melodia leggera, il risveglio olfattivo di Sensorwake ti estrae dolcemente dai tuoi sogni e molto gradualmente i tuoi sensi ti svegliano dal tuo sonno.

Sveglia al mare o con aroma di cioccolata calda

Con Sensorwake, svegliarsi non è più un lavoro ingrato e si trasforma anche in un momento piacevole. Come è possibile ? Guillaume Rolland, un imprenditore ventenne di Nantes, ha avuto la brillante idea di associare un odore gradevole a questo momento doloroso. Inoltre, grazie a un sistema a capsule, il suo svegliati sostituire l'allarme con il profumo di pane tostato, croissant o erba tagliata. Le capsule sono prodotte in Francia, 100% riciclabili e adatte a 30 utilizzi.

Per completare questa idea innovativa e audace, il giovane Nantes ha anche integrato funzioni più classiche sulla sua sveglia: una sveglia musicale se mai il profumo non ti sveglia, uno schermo retroilluminato.

Un successo internazionale

Fort de son innovation, Guillaume s’est fait repérer au CES de Las Vegas, qui réunit chaque année le gratin mondial des start-up. Il a depuis créé Oria, un objet connecté dont la promesse est de vous faire passer de meilleures nuits, en diffusant des senteurs apaisantes dans la chambre. Le jeune Français a en effet saisi l’enjeu du marché du sommeil, sachant qu’une personne sur trois indique mal dormir. Or, des études scientifiques ont prouvé que les parfums pouvaient réellement jouer sur la qualité du repos et sur la facilité à l’endormissement. En tout cas, de manière spontanée, on est bien prêts à croire qu’ils évoquent surtout des émotions et souvenirs, qui aideront le soir au coucher ou le matin, au ré

veil.