Come scegliere l'alloggio giusto?

Ci sono molte opzioni per ospitare un sito web. Tra le soluzioni condivise e quelle basate su un server dedicato o virtualizzato, a volte è difficile vedere chiaramente. Vediamo come fare la tua scelta in modo efficace.

Eseguire un'analisi precisa dei bisogni

Il primo passo sarà quello di definire chiaramente ciò di cui hai bisogno. Se non hai competenze specifiche in questo settore, mettiti in contatto con un professionista che possa indirizzarti, oppure offrire direttamente i servizi di un outsourcer che ti accompagnerà nel tuo progetto dalla A alla Z. In ogni caso, dovrai rispondere a una moltitudine di domande come:

  • quanti siti dovrei ospitare?
  • basta un CMS come WordPress?
  • devo fare sviluppi su misura?
  • quali sono le mie esigenze di larghezza di banda (numero di connessioni e volume di dati)?
  • ho competenze sufficienti per gestire da solo il mio hosting?
  • devo utilizzare più indirizzi IP?
  • Le risposte alle domande di cui sopra possono cambiare nel tempo?

Se non hai idea di cosa stiamo parlando, dovresti chiedere consiglio al tuo sviluppatore, che conosce le tue specifiche o un file hosting professionale chi avrà una visione più ampia dei problemi che dovrai affrontare.

Dalla soluzione più semplice a quella più flessibile

Il modo migliore per capire la sistemazione è quello di visualizzare una curva. Suo origine rappresenta un esigenza tecnica ridotta con un soluzione non molto scalabile. Se hai bisogno di un sito con poche pagine che cambieranno poco e il traffico nell'ordine di poche centinaia di visite al mese, un hosting condiviso con un WordPress preinstallato molto probabilmente farà il trucco.

La curva continuerà a progredire a seconda dei tuoi obiettivi e delle attrezzature che ti permetteranno di raggiungerli. Se vuoi avviare un sito con molte lingue, caratteristiche specifiche legate a e-commerce e un traffico di diverse decine di migliaia di visitatori al mese, dovrai passare a uno o più server dedicati come quelli di OVH che autorizzerà, in tal caso, l'utilizzo di più indirizzi IP, delle propri sviluppi alla tua attività e a larghezza di banda che, a differenza dell'hosting condiviso, sarà pulito.

Questa curva arriva finalmente a fase molto avanzata per i servizi che consumano entrambi molta larghezza di banda (grande volume di dati come il video), Chiedi a forti capacità informatiche (gioco online in tempo reale) o faccia picchi di connessione (distribuzione del carico su più server virtuali), che spesso è il caso di pacchetti software di gestione di grandi dimensioni (ERP) o gestione delle relazioni con i clienti (CRM).

Diversi servizi a queste diverse soluzioni si possono aggiungere anche per definire, ad esempio: 

  • utilizzo di reti private (VPN)
  • l'implementazione di sistemi di backup intelligenti
  • protezione da intrusioni o attacchi Denial of Service (DDoS)

In breve :

Il sistemazione condivisa rimanere una soluzione di hosting affidabile, accessibile e molto spesso sufficiente per molti siti con esigenze limitate.

UN hosting dedicato, i cui costi sono in costante calo, si afferma come a soluzione efficiente garantendo a grande flessibilità. Il virtualizzazione consente anche cambiare macchina rapidamente per godere di capacità perfettamente adattate alle tue esigenze.